Con la Legge di Stabilità 2017, recentemente approvata, è stato previsto il rinnovo degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni edilizie.
La legge in particolare, prevede la proroga per altri 3 anni delle agevolazioni previste per chi ristruttura una casa attraverso una detrazione Irpef del 50%. A questa si aggiunge anche la possibilità di beneficiare di una detrazione del 65% in caso di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, utilizzando ad esempio i manufatti in Polistirolo Espanso della New Coming

Richiedi Info
Puoi richiedere informazioni in merito alla ristrutturazione edilizia ai nostri esperti
Richiedi Info

REQUISITI PER LA DETRAZIONE

Prevista la proroga a tutto il 2017 della detrazione fiscale in misura del 50% per le spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia.

I contribuenti possono detrarre dall’Irpef il 50% delle spese sostenute per gli interventi su immobili adibiti ad uso residenziale, fino ad un limite di spesa pari a 96.000 euro per unità immobiliare.

Le detrazioni devono essere ripartite in 10 rate annuali.

Possono accedere al bonus ristrutturazione:

– i proprietari dell’immobile
– gli inquilini in affitto
– gli usufruttuari
– i nudi proprietari

Gli interventi per i quali è possibile usufruire dell’agevolazione sono:

– manutenzione straordinaria
– ristrutturazione edilizia
– risanamento conservativo
– manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio

Prevista la proroga al 31 dicembre 2017 dell’ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica su singole unità immobiliari.

In particolare, i contribuenti possono detrarre il 65% delle spese per la riqualificazione energetica, suddividendo l’agevolazioni in 10 rate annuali costanti.

L’agevolazione è riconosciuta per le spese riguardanti:

– riqualificazione energetica di edifici esistenti, con tetto di spesa pari a 100.000 euro
– involucro edifici (pareti e finestre su edifici esistenti) con tetto di spesa pari a 60.000 euro

– installazione di pannelli solari con tetto di spesa pari a 60.000 euro
– sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con tetto di spesa pari a 30.000 euro
– acquisto e posa in opera delle schermature solari con tetto di spesa pari a 60.000 euro
– acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili con tetto di spesa pari a 30.000 euro
Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.

Scarica il PDF della documentazione completa sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E RELATIVE LE AGEVOLAZIONI FISCALI con relativi aggiornamenti più recenti (14 Giugno 2017):

– proroga della maggiore detrazione (Irpef) per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio

– le nuove regole per la detrazione (Irpef e Ires) delle spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche e per la cessione del credito

– beneficiari del diritto alle detrazioni

– agevolazioni sull’acquisto del box auto

– pagamenti con bonifici

– proroga della detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici

IN SINTESI

NORMATIVA VIGENTE FINO A DICEMBRE 2016

NORMATIVA VIGENTE DAL 2017 AL 2021

PERCENTUALE DI DETRAZIONE

65%

70% (75% per gli edifici condominiali) se si passa a una classe di rischio inferiore

PERCENTUALE DI DETRAZIONE

65%

80% (85% per gli edifici condominiali) se si passa a due classe di rischio inferiore

IMPORTO MASSIMO SU CUI CALCOLARE LA DETRAZIONE

96.000

Per interventi di parti comuni di edifici condominiali, 96.000
X per il numero delle unità immobiliari
dell’edificio

RIPARTIZIONE DELLA DETRAZIONE

10 quote annuali

quote annuali

ZONA SISMICA DELL”IMMOBILE

zone 1 e 2

zone 1, 2 e 3

UTILIZZO DELL’IMMOBILE

abitazione principale o attività produttive

qualsiasi immobile a uso abitativo (non solo abitazione principale ) + adibiti ad attività produttive